Calvi dell’Umbria, il territorio ideale per i nostri prodotti

Calvi dell’Umbria è un piccolo borgo medievale alle pendici del monte S.Pancrazio, nel sud dell’Umbria, ai confini con il Lazio.
Dalla sommità della roccia su cui è costruita, Calvi offre una magnifica veduta di boschi, valli, campi, vigneti che si estendono dai monti vicini fino alla valle del Tevere.

I primi reperti del territorio risalgono all’età del Bronzo, ma l’insediamento fortificato che oggi chiamiamo Calvi si sviluppa intorno all’anno mille. Di un “fundus Carbinianus” parlano alcuni documenti amministrativi dell’epoca. Intorno al castello, per tutto il medio evo, sorgono numerosi insediamenti agricoli e, soprattutto, religiosi. Calvi, tra l’altro, è stato il paese natale di uno dei Protomartiri Francescani ed è pertanto strettamente legato con le origini dell’Ordine di San Francesco.

Dal ‘400 all’ 800 Calvi fa parte dello Stato della Chiesa e gode di una certa autonomia amministrativa che le dona lunghi anni di serena prosperità. Calvi comunque non si sottrae alle vicende tormentate dell’Italia di quei secoli. Nel 1527 il castello è assediato e devastato dai Lanzichenecchi, nel 1798 dai soldati francesi in marcia verso Roma.

Nel 1827 il territorio viene definitivamente assegnato al controllo amministrativo dell’Umbria, entrando a far parte dell’Italia unita con il plebiscito del 1860. Il territorio di Calvi è un susseguirsi di boschi incontaminati e colline tondeggianti, fino alla valle del Tevere. È un paesaggio naturale che cambia continuamente i suoi colori con i cicli naturali delle stagioni. Vigneti, boschi, pinete, querce secolari ed uliveti, ne fanno un’oasi di verde in cui è ancora possibile ritrovare momenti di vita semplice e tranquilla ormai impossibili nei territori fortemente urbanizzati di oggi.

Tra i reperti storici e di interesse Artistico figura un Presepe Monumentale in terracotta policroma a grandezza naturale, unico nel suo genere, che risale al ‘500.
Oltre a questo segnaliamo il Museo del Monastero delle Orsoline e la relativa Pinacoteca da poco rinnovata.

Per chi è in viaggio da Roma verso la cascata delle Marmore Calvi dell’Umbria può rappresentare una tappa di relax e di riscoperta Enogastronomica genuina.

 

Link utili:
Museo del Monastero delle Orsoline
Cammino dei Protomartiri Francescani